Produzioni di arte visiva

BeDifferent Art Show

PRODUZIONI DI ARTE VISIVA (PERIODO 2016-2017)

Dal 2017 si dedica esclusivamente ai progetti di 11 HellHeaven Art Gallery, la galleria da lui fondata con Stefania Minutaglio per promuovere e produrre arti visive e performative sperimentali, concentrando tutte le sue forze nella realizzazione dei due progetti apice della propria carriera artistica: il SonicMandala e il ComPUSter.

Since 2017 Marco is solely dedicated to 11 HellHeaven Art Gallery he founded with Stefania Minutaglio in order to promote and produce experimental visual and performing arts. He concentrates on what he considers the two main projects in all his artistic career: SonicMandala and ComPUSter.

Un SonicMandala è un approccio alchemico alla materia sonora, una miscela di suoni atti a stimolare la visione. Il Mandala viene costruito per risonanza mediante esafonia: una tecnica ideata dall’artista per creare una bolla sonica al cui interno viene generato un percorso guidato di visualizzazione.
La Fase I del SonicMandala è presentata per la prima volta a Roma nel 2013 presso lo Spazio per la Danza Contemporanea Duncan 3.0.
La Fase II viene presentata nella stessa location in concomitanza con la sede di Spazio interiore, nell’ambito della conferenza-dibattito che ha visto la partecipazione del tibetologo Filippo Lunardi dell’Università La Sapienza di Roma.
La Fase III viene presentata nel 2016 presso il Centro Danza Balletto di Roma nell’ambito della Giornata Mondiale della Danza organizzata con il Patrocinio del CID (Conseil International de la Danse) – UNESCO di Parigi.
Nel febbraio 2017, nella Sala Santa Rita (ex Chiesa Santa Rita al Teatro Marcello), l’intero ciclo (Fase I, II, III) riceve il Patrocinio del Comune di Roma e di Zètema Cultura. Sotto lo stesso Patrocinio, è proposto alla Factory del MACRO di Roma il 2-3 giugno di quest’anno.

SonicMandala is an alchemical approach to sound stimulating the vision through resonance by esaphonics: a technique developed by Marco Guglielmi to create a sonic bubble inside which the vision is generated.
Phase I of SonicMandala is performed for the first time in Rome in 2013 at the Contemporary Dance Center Duncan 3.0.
In 2014 Phase II comes in a double location: both Duncan 3.0 and Spazio Interiore as a part of a double conference-debate with the participation of the Tibetologist Filippo Lunardi from ‘La Sapienza’ in Rome.
Phase III is performed in 2016 at Centro Danza Balletto di Roma on the occasion of the World Dance Day under the Patronage of CID (Conseil International de la Danse) – UNESCO in Paris.
In February 2017, in Sala Santa Rita (former Santa Rita Church at Teatro Marcello), the entire cycle (Phase I, II, III) receives the Patronage of the City of Rome. Under the same Patronage, SonicMandala is performed in the Factory of MACRO (Museum of Contemporary Arts) in Rome on June 2-3.

Nel 2017 Marco crea la serie dei ComPUSter, un allestimento di sei opere informali in cui la poetica del ready-made si coniuga con una accurata ricerca antiquariale e artigianale: ogni elemento che compone la scultura è infatti realizzato a mano dall’artista o un pezzo unico di antiquariato proto-industriale. La profonda integrazione fra il ready-made e la videoarte, fra elementi meccanici e biologici (l’uso di carcasse di animali sotto resina), l’importanza del concept e la dimensione multisensoriale costituiscono l’originalità e unicità dell’opera.
Il DeComPUSter, opera prima della serie, è stato presentato a febbraio 2017 in anteprima presso Fondamenta, lo spazio espositivo del prestigioso magazine di arte contemporanea Inside Art. La stessa opera compare inoltre a Figueres, il paese nativo di Dali in Spagna, per la mostra Spoleto Arte meets Dali e ad Arles, in Francia, per Spoleto Arte meets Van Gogh. Compare inoltre a Basilea Art Week 2017 nell’ambito di Artbox Project, presso la Piattaforma “Luminator” (Jean Tinguely) dell’Euroairport di Basilea. La presentazione della serie completa è annunciata presso la Factory del MACRO di Roma il 2-3 giugno 2017 con il Patrocinio del Comune di Roma e di Zètema Cultura.
Il “De-ComPUSter”, insieme a Calcoli improbabili (la seconda opera della serie) è a Venezia con Spoleto Arte alla Pro Biennale 2017 nel chiostro della Chiesa di San Francesco delle Vigne dal 08 maggio al 17 giugno. Le due opere prendono poi il volo per Berlino, dove partecipano alla mostra Still Leben di InArte Werkkunst dal 23 giugno al 15 luglio, e poi nuovamente per la Biennale 2017 a Venezia con la olandese GaleriaZero nei locali delle Zattere – Fondazione Emilio Vedova fino al 20 luglio. Il DeComPUSter è ancora alla XI Biennale di Firenze alla Fortezza da Basso, dove vince il “5° premio Lorenzo il Magnifico” per la categoria Installazione.

In 2017 Marco creates “ComPUSter“, a set of six sculptures based on informal art/minimal art experimental language. Each single detail is either a piece of proto-industrial antiques or hand-made by the artist himself. The deep integration between ready-made and videoart, between mechanical and biological elements (such as animal carcases under resin), the focus on conceptuality and the multisensorial dimension makes the originality and uniqueness of this artwork.
DeComPUSter” (the first one) was shown on February 2017 at Fondamenta, within the prestigious international magazine Inside Art. Then it moves in Figueres, the home town of Dali in Spain, for Spoleto Arte meets Dali and in Arles, France, for Spoleto Arte meets Van Gogh. Moreover, it is part of Artbox Project at “Luminator” (Jean Tinguely) Platform inside the EuroAirport during Basel Art Week 2017.
The exhibition of the full set of ComPUSters is in Italy on June 2-3 at the Factory of MACRO (Museum of Contemporary Art) under the Patronage of the City of Rome.
DeComPUSter and “Calcoli improbabili” are also in Venice with Spoleto Arte at Pro Biennale 2017 in the cloister of the Church of San Francesco delle Vigne from 08 May to 17 June. ComPUSters are in Berlin for Still Leben by InArte Werkkunst from 23 June to 15 July, and then again in Venice for Biennale 2017 with GaleriaZero from 16 to 20 July.
DeComPUSters is also in the XI Biennial of Florence at Fortezza da Basso. It is the 5th. Award Winner for the category Installation.

In novembre ha avuto luogo la prima personale di Marco Guglielmi nella Chiesa della Misericordia di Venezia per il BeDifferent Art Show in concomitanza con il finissage della Biennale, contestualmente all’uscita del primo catalogo ufficiale delle sue opere.

In November, his first retrospective exhibition took place inside Chiesa della Misericordia in Venice for BeDifferent Art Show during the finissage week of Biennale di Venezia, concomitantly with the release of the first official catalog of his works.

Nel 2018 partecipa a mostre in programma a Barcellona, Londra e New York, e alla prestigiosa Red Dot Miami 2018 durante la Miami Art Week. Alla Biennale di Venezia è presente da maggio a novembre con “Albero Sonico Destrutturato” e “Operazione Dimmi Amatrice” per il progetto “Borghi of Italy – #NO(F)EARTHQUAKE”, Evento Collaterale della 16. Esposizione Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia 2018.

In 2018 Marco exhibits in Barcelona, London and New York. He joins the prestigious Red Dot Miami 2018 during Miami Art Week. From May to November he presents “Albero Sonico Destrutturato” and “Operazione Dimmi Amatrice” in “Borghi of Italy – #NO(F)EARTHQUAKE”, Collateral Event of the 16th International Architecture Exhibition – La Biennale di Venezia 2018.

torna | back